Uno skiff formato Università di Brescia

Brescia – Una barca costruita e progettata interamente da studenti. Sembrerebbe una follia, ma è quanto è successo all’interno dell’Università degli Studi di Brescia.

Il progetto, portato avanti dal Cus Brescia Sailing Team, ha richiesto più di un anno di lavoro, e ha portato alla costruzione a partire da zero di uno scafo che è stato presentato il 24 Maggio a Brescia, durante l’Unibs day, una kermesse di tre giorni in cui l’Università ha mostrato alla città quanto di più innovativo aveva da offrire, e questo progetto ci entra a pieno titolo.

Lo skiff è lungo 4,6 m, pesa 96 kg e ha una velatura di 33 m2, dotato di randa, fiocco e gennaker in testa d’albero. Il cuore di tutto il progetto è però la composizione dello scafo, un sandwich a più strati di fibra di lino e sughero, un cuore estremamente flessibile e resistente, ma soprattutto ecologico: il 70% del peso dello scafo è composto infatti da fibre naturali.

La costruzione dello scafo è stata la parte più complessa e articolata: abbiamo costruito uno stampo in polistirolo su cui laminare lo stampo vero e proprio, e su questo abbiamo poi lavorato gli strati di lino e sughero per formare il sandwich definitivo. Abbiamo poi cotto il sandwich per ottenere l’indurimento e incollato la coperta sullo scafo. La fase successiva è stato poi il montaggio di tutta l’attrezzatura” ci spiega Massimo Collotta, responsabile e coordinatore del team di lavoro.

L’intero lavoro è stato svolto sotto la supervisione di docenti della facoltà e di personale tecnico qualificato, che ha affiancato gli studenti nelle varie fasi di lavoro.

Il varo simbolico è stato fatto dal Magnifico Rettore S. Pecorelli, con queste parole: “Una barca fatta per volare, sotto il segno di ricerca, innovazione e partecipazione degli studenti, punto centrale dell’Università”, e volare dovrà davvero, visto che due studenti del Cus Brescia Sailing Team ci regateranno a Settembre nella competizione “Mille e una Vela”, contro altri studenti a bordo di altrettante barche costruite in seno agli Atenei di riferimento

.

Li attende quindi un estate di allenamenti per capire le caratteristiche tecniche dalla barca sul campo; in bocca al lupo ragazzi.

:

pubblicazioni: