Nicole e Matteo dal doppio Axel ai bilanci

 «University of Brescia». La settimana scorsa queste tre parole sono comparse in 

sovrimpressione sugli schermi televisivi durante la gara a coppie di pattinaggio artistico alle Universiadi di Trento.

Nicole Della Monica e Matteo Guarise, i due pattinatori azzurri che hanno conquistato la medaglia di bronzo, sono infatti iscritti al primo anno del corso di laurea in Economia e gestione aziendale all’Università Statale. La storia della coppia sul ghiaccio è molto singolare. Nicole Della Monica, 24 anni, è nata a Trescore Balneario in provincia di Bergamo, mentre Matteo Guarise, 25 anni, è nato a Rimini. La Della Monica, da sempre pattinatrice sul ghiaccio, ha partecipato con Yannick Kocon ai Giochi olimpici di Vancouver 2010. Guarise ha iniziato invece con le rotelle e dopo aver vinto nel 2008 l’oro mondiale ha abbandonato lo sport per intraprendere la carriera di modello a Milano. Qui Matteo ha cominciato a pattinare sul ghiaccio e a fine 2010 si è unito sportivamente a Nicole. «Immediatamente abbiamo capito che tra noi c’era un feeling particolare e i risultati lo hanno confermato», racconta Matteo. Appartenenti al club del Mediolanum Forum di Assago, i due si allenano a San Pietroburgo agli ordini di Oleg Vassiliev. In Russia trascorrono buona parte dell’anno, da settembre fino a marzo, mentre nei restanti cinque mesi sono in Italia tra Milano, dove pattinano, e Albano Sant’Alessandro, in provincia di Bergamo, dove vivono. «Siamo entrati per la prima volta in contatto con Brescia due anni fa – spiega Guarise -, quando abbiamo siglato un accordo di sponsorizzazione con la Centrale del latte. L’estate scorsa abbiamo deciso di iscriverci all’Università, sia perché volevamo garantirci un futuro dopo l’attività agonistica, sia perché ci tenevamo a gareggiare alle Universiadi».

 La scelta di fare Economia a Brescia è motivata da una duplice ragione: «Innanzitutto non è una corso con l’obbligo di frequenza. Poi perché si tratta di un ramo che ci può consentire di inserirci nel mondo del lavoro quando smetteremo di pattinare», chiosa Matteo, diplomato come geometra, mentre Nicole è un dirigente di comunità.

 Finora i due pattinatori hanno visitato le strutture di contrada Santa Chiara e San Faustino soltanto il giorno dell’iscrizione: «È ovvio – osserva Nicole – che durante la stagione agonistica non abbiamo il tempo per studiare perché passiamo l’intera giornata ad allenarci. Da aprile però ci ripromettiamo di metterci sui libri».

Oggi la coppia raggiungerà Merano per i Campionati italiani. Dopo il Natale nelle rispettive famiglie, i due voleranno a San Pietroburgo dove passeranno l’ultimo dell’anno ad allenarsi in vista dei campionati europei di Budapest di metà gennaio. L’appuntamento clou della stagione saranno i Giochi olimpici di Sochi a febbraio. Dopo le Olimpiadi l’ultimo appuntamento dell’anno saranno i Mondiali a fine marzo in Giappone. Quindi sarà tempo di vacanze, che i due pattinatori sanno già come impiegare: «Il libro di Economia Aziendale ci aspetta».

Mario Nicoliello (articolo giornale di Brescia)